Autostima

Non so parlare d’amore

Ho quasi ventisei anni e non so parlare di relazioni d’amore.
Non ho mai avuto nessuno: nessun ragazzo che mi corteggia e che ci ha provato con me. Per tantissimo tempo mi sono chiesta perché nessuno si voleva avvicinare. Mi sono date tante risposte; non avevo il tempo, le energie e le forze per intraprendere una relazione. Ok, questo lo accetto perché dentro di me sono tantissimi i fardelli che mi porto dentro da quando sono entrata nell’adolescenza e che, oggi, con grandissima fatica, ho trasformato in gioia di vivere nonostante tutto e nonostante tutti.

Adesso dopo tantissimi anni vorrei capire io cosa si prova.
Non so cosa spaventa i ragazzi. Dopo anni di accettazione di me ho capito che io non ho nulla di diverso dalle altre ragazze, che anch’io valgo con i miei punti di forza e debolezza.
Il mio cambiamento è arrivato l’anno scorso e so che queste cose hanno il passo lento ma sono troppi gli anni che aspetto che la pazienza è arrivata veramente al limite.

Non sopporto più quando gli altri mi dicono: “quando meno te l’aspetti arriverà”
Non sopporto più quando mi dicono che devo aspettare ancora.
Ok, lo so che l’amore fa soffrire quando tutto finisce ma voglio dirlo io sulla mia pelle. Arriverà mai?! Per adesso meglio pensare alla laurea e poi se arriverà bene.

Ginevra

 

Cara Ginevra,

l’ultima cosa che cercherò di dirti è che per te l’amore arriverà quando meno te l’aspetti e che quello che conta adesso è continuare ad aspettare ancora un po’.

Scherzi a parte, leggendo la tua lettera mi chiedo quanto sia diffuso oggi il pensiero che bisogna avere a tutti i costi un ragazzo o una ragazza e se non ce l’hai ci deve essere per forza qualche problema. Cioè, io andrei per gradi: se ti senti una persona normale e stai bene con te stessa parti bene. Se poi hai pure degli amici, ancora meglio. A questo punto, perché la fretta di avere un ragazzo? E soprattutto, perché dici di non sapere parlare di amore? E dove sta scritto che tu diventerai  capace di parlare di amore solo il giorno in cui avrai un ragazzo?

Quando noi nasciamo e iniziamo a vivere in questo mondo, accade che sperimentiamo la bellezza di qualcuno che ci ama e che ci dice che ne è valsa la pena essere venuti al mondo. Cresciamo e sperimentiamo la bellezza di essere amati da qualcun altro; un’esperienza necessaria per comprendere cos’è l’amore e soprattutto per imparare, poco alla volta, a darlo agli altri.

Poi arriva un momento in cui bisogna fare una cosa importante: imparare ad amare noi stessi. Senza questi due passaggi fondamentali (essere amati e, poi, imparare ad amarsi) è difficile fare il passo successivo. Noi saremo capaci di dare amore nella misura in cui lo abbiamo sperimentato nell’abbraccio di chi ci ha amati quando eravamo bambini. Ma non basta; per amare qualcuno dobbiamo prima farlo con noi stessi. A questo serve l’adolescenza, ed è bene non avere fretta, perché volersi bene è, forse la cosa più difficile per una persona. Infatti molti non diventano mai capaci di amare perché non hanno mai imparato veramente ad amarsi, ad accettarsi, a volersi bene. E nella coppia, nell’altro, cercano disperatamente qualcuno che riempia il loro vuoto affettivo.

Non avere fretta, perché non è vero che non sai parlare d’amore. Stai parlando una lingua particolare dell’amore, quella che ti permetterà un giorno di poterla usare per comunicare con chi meriterà di amarti. Ma prima di tutto devi convincerti che tu meriti di essere amata, a prescindere da chi un giorno ti si metterà accanto.

Non avere fretta. Ti dirò, con parole di Terese Hargot, che questa età della tua vita – non importa chiederti quando finirà – puoi utilizzarla per fertilizzare la solitudine, che poi non è solitudine se diventa dialogo costante con te stessa per diventare pienamente chi vuoi essere.

Non avere fretta. Una coppia funziona se i tre poli che la compongono, l’io, il tu, il noi, sono ben distinti e armonizzati tra loro. Non fusi.

Non avere fretta. Àmati. Non avere paura di farlo. E – adesso sì che posso dirtelo – quando meno te lo aspetti, arriverà l’uomo della tua vita. E arriverà nel momento giusto, quando il tuo sapere parlare di amore ti consentirà di fargli spazio nella tua vita per far nascere qualcosa che sarà più grande di entrambi.

Un caro saluto.

Saverio

CONDIVIDI QUESTA LETTERA SU FACEBOOK E FAI CONOSCERE IL BLOG AI TUOI AMICI:
  •   
  •   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.